fbpx

Come si ottengono i 60 CFU per l’insegnamento?

I percorsi abilitanti da 60 CFU per l’insegnamento (Crediti Formativi Universitari) rappresentano un’importante novità introdotta con il DPCM 4 agosto 2023 per la formazione iniziale dei docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado.

 

60 cfu insegnamento

60 CFU per l’insegnamento: a chi sono rivolti?

I percorsi abilitanti da 60 CFU si rivolgono a due categorie di aspiranti insegnanti:

  • Laureati: per conseguire l’abilitazione all’insegnamento per la scuola secondaria di primo e secondo grado.
  • Diplomati: a condizione che conseguono la laurea entro il termine del percorso formativo, per acquisire l’abilitazione all’insegnamento per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

60 CFU per l’insegnamento: come si articolano?

I percorsi 60 CFU hanno un carico didattico di 60 CFU e si strutturano in:

  • Insegnamenti di Area Comune (24 CFU): discipline pedagogiche, didattiche, antropologiche, psicologiche e giuridiche.
  • Insegnamenti di Area disciplinare per classe di concorso (16 CFU): approfondimenti specifici per la classe di concorso scelta.
  • Tirocinio diretto e indiretto (20 CFU): esperienze formative presso le scuole per mettere in pratica le competenze acquisite.
  • Prova finale: un esame conclusivo che valuta le competenze acquisite durante il percorso.

Come ci si iscrive ai percorsi abilitanti da 60 CFU

L’iscrizione ai percorsi avviene tramite bando pubblicato dagli Atenei abilitati. E’ possibile presentare domanda di iscrizione alla stessa classe di concorso per un solo Ateneo.

Si precisa che gli aspiranti docenti che hanno già conseguito il 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e che risultano vincitori di concorso possono chiederne il riconoscimento con un conseguente abbreviamento del percorso che diverrebbe di 36 CFU. Gli aspiranti docenti che invece sono in possesso dei 24 CFU suddetti ma non vincono la procedura concorsuale, possono richiedere il riconoscimento di 12 CFU e fino a 5 CFU di tirocinio.

Cosa fare dopo aver conseguito i 60 CFU?

Il conseguimento dei 60 CFU consente di partecipare ai concorsi ordinari per l’assunzione a tempo indeterminato nella classe di concorso per la quale si è conseguita l’abilitazione.

Vantaggi dei percorsi 60 CFU

I percorsi 60 CFU offrono diversi vantaggi:

  • Formazione completa: forniscono una preparazione completa e approfondita per l’insegnamento.
  • Esperienze concrete: il tirocinio permette di acquisire competenze pratiche nelle scuole.
  • Concorso ordinario: danno accesso ai concorsi ordinari per l’assunzione a tempo indeterminato.

Se non ho i 60 cfu posso inviare la mad?

Si, puoi inviare la MAD anche se non hai i 60 CFU. La Domanda di Messa a Disposizione (MAD) è una procedura informale per candidarsi come supplente nelle scuole secondarie. Non è un requisito aver conseguito i 60 CFU per inviarla.

Tuttavia, è importante sottolineare che:

  • La precedenza è data ai candidati con i titoli abilitanti. In altre parole, se hai i 60 CFU o altri titoli per l’insegnamento, hai più possibilità di essere convocato per una supplenza.
  • I requisiti per le supplenze possono variare a seconda delle scuole. Alcune scuole potrebbero richiedere specifici titoli o esperienze, anche se non hai i 60 CFU.

Per questo motivo, è consigliabile comunque conseguire i 60 CFU per aumentare le tue possibilità di trovare un lavoro come insegnante.

In ogni caso, ecco alcuni consigli per inviare la MAD anche senza i 60 CFU:

  • Prepara una MAD completa e accurata. Evidenzia le tue esperienze e competenze, anche se non sono direttamente correlate all’insegnamento.
  • Invia la MAD a più scuole possibili. Aumenta le tue possibilità di essere convocato per una supplenza.
  • Tieniti aggiornato sulle date di scadenza dei bandi per le supplenze. In questo modo potrai inviare la MAD in tempo utile.
  • Partecipa ai corsi di formazione per insegnanti. Questo ti permetterà di acquisire nuove competenze e di aumentare le tue possibilità di trovare un lavoro.

Invia la MAD con MAD Online®

MAD Online® è una piattaforma che facilita l’invio delle MAD alle scuole. La piattaforma permette, anche con la prova gratuita, di:

  • Compilare la MAD in modo facile e veloce
  • Inviare la MAD a più scuole contemporaneamente
  • Gestire le proprie domande in modo centralizzato

MAD Online® Link utili

Sito web Messa a Disposizione: https://www.messa-a-disposizione.it
Piattaforma MAD Online®: https://piattaforma.messa-a-disposizione.it/Home/MadOnline

Vantaggi di MAD Online®

  • Semplicità d’uso
  • Rapidità
  • Gratuità
  • Efficacia

Le MAD rappresentano un’importante opportunità per i docenti e il personale ATA che aspirano a lavorare nelle scuole. La piattaforma MAD Online® facilita l’invio delle MAD e aumenta le possibilità di ottenere una supplenza.