Concorso ATA 24 mesi 2023, domande dal 27 aprile

Entro il prossimo 26 aprile gli Uffici Scolastici Regionali pubblicheranno i bandi relativi al nuovo concorso ATA 24 mesi 2023.

Si tratta di un concorso per soli titoli che consente l’inserimento e l’aggiornamento nella graduatoria di prima fascia del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario.

La procedura viene bandita su base regionale ed è riservata ai candidati che hanno maturato 24 mesi di servizio.

Le istanze saranno aperte dal 27 aprile al 18 maggio 2023.

[rsnippet id=”4″ name=”AdSense Centro Articolo”]

Concorso ATA 24 mesi

Il concorso si svolge con cadenza annuale, non prevede prove, i candidati vengono valutati sulla base dei titoli posseduti e dagli attestati che conferiscono punteggio.

Le graduatorie ATA prima fascia sono utilizzate dalle scuole per la nomina in ruolo e per gli incarichi di supplenza annuali con scadenza 30 giugno o 31 agosto, anche su posti part-time.

Per accedere alla graduatoria, oltre al titolo di studio richiesto per i rispettivi profili, gli aspiranti devono aver maturato un’anzianità di servizio, che sia di ruolo o precario di almeno 24 mesi (23 mesi e 16 giorni), anche non continuativi o con orario ridotto.

Concorso ATA 24 mesi: requisiti

Per accedere al concorso ATA 24 mesi occorrono i seguenti requisiti:

  • essere in servizio in qualità di personale ATA a tempo determinato statale della scuola nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale cui si concorre;
    oppure
    Se non in servizio all’atto della domanda, essere inseriti nella graduatoria provinciale ad esaurimento o negli elenchi provinciali per le supplenze della medesima provincia e del medesimo profilo cui si concorre;
    oppure
    avere la qualifica di ‘personale ATA a tempo determinato della scuola statale’ se inseriti nella terza fascia delle graduatorie di circolo o di istituto per il conferimento delle supplenze temporanee della medesima provincia e del medesimo profilo per cui concorrono;
  •  anzianità di almeno due anni di servizio, cioè 24 mesi, ovvero 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi;
  • oltre ai requisiti generali è necessario il possesso dello specifico titolo di studio richiesto per ogni singolo profilo. I requisiti descritti sono regolati dall’art. 554 del decreto legislativo n. 297/1994.

I candidati che intendono aggiornare il punteggio o i titoli di preferenza e/o di riserva, devono essere già inseriti nella graduatoria permanente costituita nella provincia e per il profilo professionale per cui concorrono.

Profili professionali interessati e titoli di studio

Il bando è rivolto alle seguenti figure professionali:

  • CS – collaboratori scolastici
  • AA – Assistenti amministrativi
  • AT – Assistenti tecnici
  • CR – Addetti alle aziende agrarie
  • CU – Cuochi
  • GU – Guardarobieri
  • IF – Infermieri

Se desideri maggiori informazioni sui profili ATA clicca qui!

Titoli di studio:

A ) Assistente Amministrativo:
1 – Diploma di maturità.

B ) Assistente Tecnico:
1 – Diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale.
La specificità di cui al punto 1 è quella definita, limitatamente ai diplomi di maturità, dalla tabella di corrispondenza titoli – laboratori vigente alla data del decreto di indizione del concorso.

C )  Cuoco:
1 – Diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.

D )  Infermiere:
1 – Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere.

E )  Guardarobiere:
1 – Diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.

F ) Addetto alle aziende agrarie:
– Diploma di qualifica professionale di:
1- operatore agrituristico;
2- operatore agro industriale;
3- operatore agro ambientale.

G ) Collaboratore Scolastico:
1 – diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale;
2 – diploma di maestro d’arte;
3 – diploma di scuola magistrale per l’infanzia;
4 – qualsiasi diploma di maturità;
5 – attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Come presentare la domanda

Le domande dovranno essere presentate dal 27 aprile al 18 maggio 2023, esclusivamente in modalità telematica, mediante la piattaforma  “Istanze on Line (POLIS)”

Per utilizzare il servizio web Istanze Online del Ministero dell’Istruzione e del Merito occorre disporre delle credenziali SPID, e aver effettuato l’abilitazione.

Per ottenere l’abilitazione l’utente deve seguire le indicazioni presenti nella sezione “Istruzioni per l’accesso al servizio”.

 

Ti piacerebbe lavorare a scuola? Invia la tua domanda di messa a disposizione!