Decreto PA in Gazzetta Ufficiale: le misure per la scuola

Sabato 22 aprile è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto PA Disposizioni urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle amministrazioni pubbliche, contenente, all’art.5, le misure per la scuola.

Tra le principali novità contenute nell’atto e riguardanti la scuola figurano le assunzioni straordinarie dalla I fascia GPS sostegno, le disposizioni per coloro che hanno conseguito un titolo all’estero, l’accesso diretto al TFA sostegno e il vincolo triennale.

[rsnippet id=”4″ name=”AdSense Centro Articolo”]

Decreto PA: le misure riguardanti la scuola

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L. 22 APRILE 2023, n.44, vediamo quali sono le novità contenute nel Decreto PA.

Assunzioni straordinarie da I fascia GPS sostegno

In via straordinaria, esclusivamente per l’anno scolastico 2023/2024, i posti di sostegno vacanti e disponibili che residuano dopo le immissioni in ruolo effettuate a legislazione vigente, sono assegnati con contratto a tempo determinato ai docenti inclusi a pieno titolo nella prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) per i posti di sostegno, o negli appositi elenchi aggiuntivi alla prima fascia a cui possono iscriversi coloro che conseguono il titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2023.

Call veloce da I fascia GPS sostegno

Una della novità introdotte dal decreto riguarda la cosiddetta ‘chiamata veloce‘ o “call veloce” da prima fascia GPS sostegno.
Qualora non sia possibile coprire i posti di sostegno tramite le assunzioni da GPS I fascia e dai relativi elenchi aggiuntivi, troverà applicazione la call veloce anche per i docenti inseriti nelle GPS I fascia.
In questo modo, chi è inserito nelle GPS di una certa provincia potrà rendersi disponibile per le immissioni in ruolo su sostegno per altra provincia.

Tfa sostegno: novità sull’accesso diretto

Al comma 19 del nuovo decreto PA si legge: ‘Al comma 2 dell’articolo 18 -bis del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, le parole: «dell’abilitazione all’insegnamento e» sono soppresse.
Il decreto prevede che, per accedere direttamente ai corsi di specializzazione sul sostegno, sarà sufficiente il possesso delle tre annualità di servizio su posto di sostegno (negli ultimi 5 anni).
In ogni caso, l’accesso diretto potrà avvenire nei limiti della riserva di posti che sarà definita con Decreto del Ministero dell’Università e della Ricerca, di concerto con il Ministero dell’istru­zione.

Titoli di abilitazione e sostegno conseguiti all’estero

Esclusivamente per l’anno scolastico 2023/2024, coloro che sono inclusi nella prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) con riserva di riconoscimento del titolo di abilitazione ovvero di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero, sono iscritti in un apposito elenco aggiuntivo alla prima fascia delle medesime graduatorie, sino all’effettivo riconoscimento del titolo di accesso.
Tali soggetti sottoscrivono i contratti a tempo determinato, con clausola risolutiva espressa, per il conferimento delle supplenze in subordine ai docenti inclusi a pieno titolo nella prima fascia o negli elenchi aggiuntivi delle graduatorie.
A tal fine si possono verificare due casi:

  • Se il titolo conseguito all’estero è riconosciuto nel corso di vigenza del contratto sottoscritto ai sensi del comma 14, il medesimo contratto prosegue sino al termine della sua durata.
  • Se nel corso della vigenza del contratto sottoscritto interviene il mancato riconoscimento del titolo, il contratto è immediatamente risolto.

Gli aspiranti docenti, in possesso di titolo estero in attesa di riconoscimento, pur se collocati nelle graduatorie per i posti di sostegno in posizione utile per le nomine finalizzate al ruolo da GPS prima fascia sostegno per l’anno scolastico 2023/24, non potranno partecipare alla procedura di assunzione straordinaria in quanto ancora in attesa del riconoscimento del titolo.
Tuttavia, nel caso di riconoscimento, saranno immessi in ruolo sui posti di sostegno nella provincia della graduatoria di appartenenza a decorrere dall’anno scolastico successivo alla data di effettivo riconoscimento del titolo di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero, con priorità rispetto a ogni altra procedura di reclutamento prevista per il medesimo anno.

Vincolo triennale

Ai docenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, a qualunque titolo destinatari di nomina a tempo indeterminato su ogni tipologia di posto, si applicano, a decorrere dalle immissioni in ruolo disposte per l’anno scolastico 2023/2024, le disposizioni di cui all’articolo 13, comma 5, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59.

Secondo questa disposizione, il vincolo verrà applicato a tutte le immissioni in ruolo a partire dall’anno scolastico 2023/24, rinviando di un anno l’applicazione della normativa.

 

N.B. Il Decreto dovrà adesso essere sottoposto all’iter parlamentare per la trasformazione in legge entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

 

Ti piacerebbe lavorare a scuola? Invia la tua domanda di messa a disposizione!

Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria . Bookmark permalink .