È possibile candidarsi tramite domanda di messa a disposizione anche per posti di sostegno!

La nota ministeriale n. 37856 del 28 agosto 2018 indica la possibilità di candidarsi tramite domanda di messa a disposizione anche per il sostegno, ma sono evidenziate delle limitazioni su tale candidatura.

Infatti, per tutti coloro che non sono in possesso dell’abilitazione al Sostegno, ma intendono candidarsi come supplenti con le MAD è obbligatorio presentare tale domanda SOLO in una provincia dichiarandolo nell’istanza.

Nella tua domanda, vicino alla classe di concorso sostegno, dichiara la provincia scelta per posti di sostegno e, che sia diversa da quella in cui sei iscritto in graduatoria per il posto/i normale, perché in quella provincia potresti essere chiamato come insegnante di sostegno dalle graduatorie incrociate. La graduatoria incrociata per il sostegno è utilizzata con precedenza, rispetto alle MAD degli aspiranti senza specializzazione. Con la piattaforma www.messa-a-disposizione.it puoi candidarti per il sostegno senza costi aggiuntivi. Seguendo le indicazioni del software, dovrai specificare la classe/i di concorso relativa al sostegno e la dicitura come Privo/In possesso di titolo di specializzazione sul sostegno, disponibile ad accettare incarichi su posti di sostegno per la sola provincia di …[Indicare la provincia]. La stessa domanda può essere spedita in tutta Italia: le province diverse da quella indicata ignoreranno la tua candidatura per il sostegno.

Se dovessi essere chiamato per il sostegno maturerai, oltre che per il sostegno stesso, punteggio pieno sulla classe/i di concorso curricolare dello stesso grado e 1/4 (un quarto) di punteggio per la tua eventuale e ulteriore classe/i di concorso degli altri gradi d’istruzione.

Invia la tua candidatura anche per il sostegno e comincia la tua carriera da insegnante con un’esperienza che potrà senz’altro arricchirti interiormente.