Supplenze 2019/2020, Nota MIUR, quali novità?

La nota ministeriale n°38905 del 28/08/2019 è il nuovo documento pubblicato dal Ministero in merito alle supplenze dell’anno scolastico che sta per cominciare. Nel documento non si riscontrano grandi novità rispetto alle indicazioni degli anni precedenti, come, ad esempio, nella sezione riguardante le supplenze sul SOSTEGNO leggiamo dal testo che:
Le domande di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti per posti di sostegno in alcuna graduatoria di istituto e possono essere presentate per una provincia da dichiarare espressamente nell’istanza. Qualora pervengano più istanze, i dirigenti scolastici daranno precedenza ai docenti abilitati.
L’unica grande novità fa riferimento alle modalità di presa in carico, da parte delle scuole, dei supplenti che si candidano per questo tipo di insegnamento. Si legge ancora:
All’atto dell’esaurimento della graduatoria di istituto, ivi comprese le graduatorie delle istituzioni scolastiche viciniori, il dirigente scolastico, in un’ottica di trasparenza, pubblica gli elenchi di aspiranti docenti che abbiano presentato istanza di MAD. Gli eventuali contratti a tempo determinato stipulati, a seguito di procedura comparativa, con aspiranti non inseriti in graduatoria e tramite le cd. MAD sono soggette agli stessi vincoli e criteri previsti dal regolamento, ivi incluse le sanzioni previste dall’articolo 8.
Le scuole quindi, vincolate dalla trasparenza, sono tenute a stilare una graduatoria interna di mad che non lascerebbe al libero arbitrio del dirigente la scelta del supplente che così verrebbe contattato solo in base al proprio curriculum.
Il software di Scuola web Italia, MAD messa-a-disposizione dà la possibilità ai propri clienti di presentare la propria candidatura anche per la classe di concorso del sostegno in piena conformità con tutte le direttive ministeriali.